Lo sapevate che lo specchio è vecchio quanto l’uomo?

specchiera_Dorian

Lo sapevate che la storia dello specchio si può accostare alla storia che l’uomo ha con la propria immagine?

Nell’unire verità e apparenza, dimensione intima e collettiva, lo specchio assume su di sé passioni e proiezioni e diviene per alcuni riflesso del divino, per altri strumento di seduzione o simbolo di menzogna.

In origine l’essere umano, per specchiarsi, guardava la sua immagine riflessa nell’acqua e quando non aveva a disposizione laghi, pozze, mari o fiumi, riempiva d’acqua un piatto e ci guardava dentro, rimirandosi.
Nel Medioevo, poi, si utilizzavano dischi di metallo curvi e lucidati, per poi arrivare nel XVI secolo, quando, Leonardo Fioravanti descrisse in un trattato la tecnica per realizzare specchi con il mercurio o lo stagno, due metalli noti per essere in grado di riflettere le immagini.
Con il passare del tempo la tecnica si semplificò molto fino alla scoperta di Justus von Liebig che, nel 1835, rivestì di argento uno dei due lati di una lastra di vetro.
Il procedimento attuale consiste nello spruzzare, sotto vuoto, un sottilissimo strato di alluminio o argento sulla faccia inferiore di una lastra di vetro.

Oggi, oltre alla sua canonica funzione riflettente, lo specchio diventa anche un valido strumento in casa per modificare la percezione dello spazio e nella filosofia orientale, un mezzo per veicolare le energie.

Target Point, Italian Ideas

 

Did you know that the history of the mirror can accompany the story that the man has with his own image?
Originally, the human being watched his reflection in the water and when he was not available to the lakes, pools, seas or rivers, filled a bowl of water and looked inside.
In the Middle Ages, then, people used metal plates curved and polished.
In the sixteenth century Leonardo Fioravanti described in a treatise the technique to realize mirrors with mercury or tin, two metals known to be able to reflect the images.
With the passage of time, the technique became much easier until the discovery of Justus von Liebig that overlaid with silver one side of a sheet of glass.
The current procedure is to spray, under vacuum, a thin layer of aluminum or silver on the lower face of a glass plate.

Today, in addition to its canonical function reflective, the mirror becomes a valuable tool in the house to change the perception of space and in Eastern philosophy, a way to convey energy.

Target Point, Italian Ideas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...