Giulio Natta, lo scienziato che rivoluzionò il mondo con la plastica

Non solo sono passati più di 110 anni dalla nascita di Giulio Natta, avvenuta il 26 febbraio del 1903, ma è anche trascorso mezzo secolo da quel riconoscimento che rese famoso in tutto il mondo il padre del «Moplen»: il Nobel per la chimica, ricevuto il 12 dicembre 1965.

Natta è stato l’unico italiano ad aggiudicarsi quell’importantissimo premio, in coppia con il chimico tedesco Karl Ziegler. I due scienziati hanno infatti scoperto insieme la sintesi stereospecifica del polipropilene, utilizzando dei catalizzatori contenenti titanio. E ora questi vengono comunemente chiamati catalizzatori di Ziegler-Natta. La resina termoplastica, universalmente nota con il nome di Moplen (in Italia reclamizzata dal re dei barzellettieri Gino Bramieri), è stata davvero una ventata di innovazione e modernità. Questo materiale ha di fatto cambiato il mondo per la sua praticità ed economicità.

Un grande prestigio per l’Italia, che può vantare tra i suoi più illustri rappresentanti anche il padre della plastica usa e getta che ogni giorno usiamo comunemente quasi senza accorgercene.

Target Point, Italian Ideas

Giulio Natta, the chemical engineering that changed the world with plastic

Giulio Natta,  (born Feb. 26, 1903, Imperia, near Genoa, Italy—died May 2, 1979, Bergamo), Italian chemist who contributed to the development of high polymers useful in the manufacture of films, plastics, fibres, and synthetic rubber. Along with Karl Ziegler of Germany, he was honoured in 1963 with the Nobel Prize for Chemistry for the development of Ziegler-Natta catalysts.

Natta took his doctorate in chemical engineering at Milan Polytechnic (1924) and held chairs in chemistry at the universities of Pavia, Rome, and Turin before returning to the Polytechnic as professor and research director of industrial chemistry (1938). His earlier work formed the basis of modern industrial syntheses of methanol, formaldehyde, butyraldehyde, and succinic acid. In 1953 he began intensive study of macromolecules. Using Ziegler’s catalysts, he experimented with the polymerization of propylene and obtained polypropylenes of highly regular molecular structure. The properties—high strength, high melting points—of these polymers soon proved very commercially important.

Target Point, Italian Ideas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...