Target Point loves ITALY

olive-ascolane

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi proponiamo un piatto tipico delle MARCHE, le olive ascolane. Riconosciute come DOP nel 2005, queste tipiche olive ripiene con una farcia a base di carne e fritte sono ottime come antipasto,  servite  sia calde che fredde. La ricetta attuale  ha origine nel XIX secolo con farcitura a prevalente base di carne, quale specialità  in uso nelle famiglie agiate.

INGEDIENTI:  manzo, maiale, pollo, misto per soffritto, olio, vino bianco, sale, olive verdi grandi, scorza di limone, parmigiano, uova, olio per friggere.

Per la panatura: farina, uova, latte, pangrattato

PREPARAZIONE

Rosolare il soffritto in un tegamino con l’olio. Tagliare a pezzi la carne e unirla al soffritto a rosolare. Salare la carne e sfumarla con il vino bianco, poi portare a cottura in circa un’ ora. Praticare un taglio elicoidale per rimuovere il nocciolo in ogni oliva. Passare la carne al tritacarne, poi unire la scorza di limone ed il  formaggio grattugiato e ripassarla nuovamente al tritacarne. Mescolare questo trito con le uova, poi formare delle palline con questo impasto ed avvolgerle con le olive farcendole e premendo leggermente per ricomporre la forma dell’oliva stessa. Infarinare le olive ripiene riponendole in una teglia con la farina. In un piatto fondo sbattere due uova con un goccio di latte, poi passare le olive prima in queste uova, poi nel pangrattato. Friggere ad immersione in olio bollente.

Fonte: turismo.marche.it

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

As one might guess from the name, Olive all’Ascolana are from Ascoli, in the Marches. They are among the best-known Italian stuffed olives, and booths selling them at fairs are invariably mobbed.

If at all possible you should use olives of the Ascolana strain, which are large, green and mild, and were already renowned in Roman times, though the recipe for transforming them into stuffed olives is more recent, dating to the 17th century.

INGREDIENTS

  • A pound (400 g) of very large mild olives, packed in brine (Greek will work, and if you buy them pitted you won’t have to do it yourself)
  • 4 ounces (100 g) fresh mild pork sausage
  • 4 ounces (100 g) ground veal
  • 1/2 cup meat broth (bouillon is fine)
  • 2 ounces (50 g) diced cured lard (buy this from a delicatessen, or use pancetta or prosciutto fat)
  • 10 ounces (250 g) fine bread crumbs (this will be about 2 1/2 cups)
  • 1/2 cup dry white wine
  • 1 cup (50 g) freshly grated Parmigiano (see note)
  • 2 eggs
  • 2 tablespoons flour
  • 2 tablespoons unsalted butter
  • 1 tablespoon minced parsley
  • A pinch of freshly ground nutmeg
  • Oil for frying

 

PREPARATION
Don’t overstuff the olives lest the stuffing expand as it cooks and split the olives, and keep in mind that the oil should be hot but not smoking, lest the outsides of the olives burn before the stuffing is done. If you do decide to taste one to test for doneness have a glass of water handy because the inside could still be quite hot even if you have blown on it. The above ingredients will serve 4, or make a pleasant bowlful for a party.

Finely dice the veal, crumble the sausage, and sauté them in the butter. When they have browned, sprinkle the wine over them, let it evaporate, stir in the diced lard, and continue sautéing gently for 5-10 minutes (you want the meat to brown but not burn). Stir in the broth and simmer for five minutes, then remove the meats to a bowl with a slotted spoon, leaving the drippings in the pot.

Stir two heaping tablespoons of the bread crumbs into the drippings. Grind the meat mixture and combine it with the breadcrumbs you stirred into the drippings, then lightly beat one of the eggs and work it into the filling too, with the parsley, grated cheese, and nutmeg. Check seasoning and let the filling rest for a half hour.

Pit the olives if they weren’t already pitted, and fill them. The easiest way to do this is to put the filling in a pastry bag or syringe of the kind used for frosting, with a fairly fine nozzle, and squirt the filling into the holes.

Lightly beat the remaining egg. Roll the filled olives in flour, then in the egg, and then in the bread crumbs.

Fry them in abundant oil for 15-20 minutes, drain them well, and serve them.

Source: italianfood.about.com

Target Point, Italian Ideas

 

TARGET POINT presenta IL LETTO DEI SOGNI, la rubrica sul significato dei sogni

Torniamo a parlare di sogni e prendiamo spunto da una bellissima isola che dà il nome ad uno dei nostri più amati modelli, il letto PONZA, dalle linee eleganti che lo tengono sospeso da terra con il doppio cuscino reclinabile in ben tre posizioni.

Ponza, al largo del Golfo di Gaeta, e’ la più grande isola dell’Arcipelago Pontino, di cui fanno parte anche Zannone, Gavi, Palmarola, Ventotene e Santo Stefano. Sconosciuta al turismo fino agli anni 70, oggi è una delle mete preferite di chi cerca mare cristallino, paesaggi mozzafiato e vita mondana. Popola il territorio una vegetazione tipicamente mediterranea contraddistinta da lentisco, leccio, ginestra odorosa, fillirea, cespugli di corbezzolo, e naturalmente la Palma nana, simbolo dell’isola.

Voi avete mai sognato una palma? Sapete quale significato porta con sé?

La palma è simbolo di potere e di prosperità e spesso quando appare in un sogno predice una vittoria. In generale, un sogno con palme preannuncia speranza e pace, ma se la fronda è appassita o in qualche modo rovinata allora potrebbe sopravvenire un di un evento che rattristerà il sognatore. Sognare una palma dice che è arrivato il momento per una promozione, così come aumento di stipendio o per la gestione di una nuova impresa. Sognare di toccarla con le mani, potrebbe esservi offerta una carica elevata. Tuttavia, coloro che la vedono ma non la toccano potrebbero non salire la scala della carriera a causa di indecisione o di circostanze impreviste.

Sognare una palma piena di frutti indica che si cercherà di diventare leader nel proprio campo. Sognarne una alta e lussureggiante significa che tutti desideri, sogni e progetti si avvereranno presto, ma senza fretta, è meglio fidarsi del proprio destino.  Sognarne una circondata da altri alberi, immersa nella natura, predice la soluzione a tutti i problemi che affliggono il sognatore. Occorre solo tempo per organizzare i pensieri e le idee. Sognarne una in piedi da sola è un presagio della perdita di un buon amico.

Fonte: romoletto.altervista.org

Target Point, Italian Ideas

 

 

The dreams’ bed, a new advice of Target Point.

If we say PONZA, you cannot think about our bed, with its elegant lines that keep him suspended from the ground and with its twice three-position reclining cushion.

Ponza is the largest of the Pontine Islands, an attractive archipelago off the Italian coast between Rome and Naples. With blue waters and a striking hilly landscape, the island is loved by regular visitors who attempt to keep its charms a secret. Its symbol is a little palm tree that grown up everywhere in the island.

Do you know what does a palm tree mean in your dream?

Palm in the dream, is a symbol of power and prosperity, often in a dream it predicts victory. Dream of palm says that it is time for promotion, as well as increase of power or management of a new business.
If you happen to touch the palm with your hands, in the reality you are likely to be offered a senior position. However, those who see it but do not touch it can’t move up the career ladder because of indecision or unforeseen circumstances.
If you see a palm with a lot of fruits on it, in reality you will try to become a leader and to keep everything under control, sometimes you have a present secret desire to rule over the people.
If you dream of a high and lush palm, it means that all your wishes, dreams and plans will come true soon, but do not hurry, it is better to let go of the situation and to trust own destiny.
If palm is seen in the dream of unmarried girl or an unmarried guy, in the near future they are destined to meet a spouse, build a happy family and be wealthy.

Source: globes-views.com

Target Point, Italian Ideas

 

Salone del Mobile 2016

image001

Dal prossimo 12 Aprile Target Point darà il benvenuto a clienti e amici al Salone del Mobile 2016.

Per sei giorni, i visitatori potranno conoscere le novità dell’azienda vicentina che saranno esposte in uno stand unico, di ben 200 mq.

Quest’anno i protagonisti saranno i tanto attesi prodotti della zona living, come le madie abbinate ai tavoli in melaminico con le finiture componibili.

O ci sei. O ci devi essere” è il motto di questa edizione del Salone del Mobile e Target Point, inutile dirlo, c’è.

PADIGLIONE 18, STAND D20

Target Point, Italian Ideas

 

Milan, Salone del Mobile

Starting from next April 12 Target Point will welcome its customers and friends at the Salone del Mobile 2016 fair in Milan.

For six days our visitors will be able to get in touch with the novelties of the Venetian company, that will be displayed in a single stand, measuring 200 square meters.

This year, the protagonists will be the long-awaited products of the living area, such as sideboards with modular fittings combined with new melamine tables.

Come to the 55th year of wow” is the motto of this year’s edition of the Salone del Mobile, and Target Point, needless to say, there we are! Visit us in our STAND D20, HALL 18.

 Target Point, Italian Ideas

TARGET POINT presenta IL LETTO DEI SOGNI, la rubrica sul significato dei sogni

Oggi vogliamo prendere spunto dalla splendida isola che ci ha ispirato per il nostro letto CAPRI, dal disegno classico, ma innovativo nel capitonnè, la lavorazione con il bottoncino allungato. Uno dei simboli di quest’isola, riconosciuto in tutto il mondo domina la piazzetta, il centro di Capri e il salotto del mondo. Qui, incorniciato dai bar che accolgono turisti e residenti, regna il suo campanile che da sempre scandisce le ore dell’isola. D’estate e d’inverno, di giorno e di notte. Non c’è differenza, c’è solo il fascino di un luogo magico.

Avete mai sognato un campanile, sapete cosa significa?

Il campanile nei sogni come la torre, la montagna, l‘albero, la guglia, la scala, il picco, è legato ad un simbolismo di “verticalità” che ne racchiude l’essenza. Verticalità che è prima di tutto unione fra gli opposti, collegamento fra gli elementi di cielo e terra, che è desiderio di ascesa spirituale e sforzo umano di elevazione oltre il regno della materia, immagine di potenza sessuale e di ambizione, fortificazione, chiusura ed isolamento, presunzione, trasformazione.

Il campanile assume così significati diversi e a volte opposti a seconda della situazione in cui si trova il sognatore. Salire su un campanile preannuncia una lite, un campanile che crolla una disillusione, scendere da un campanile richiama un periodo positivo per gli affari. Belle novità in arrivo se il campanile suona a festa, cose meno belle in arrivo se le campane suonano a morto o lentamente. Costruire un campanile rimanda a un successo in ambito professionale o personale, vedere il campanaro salire sul campanile indica un desiderio di riuscita e la probabilità di mettere in atto il cambiamento desiderato.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: significatointerpretazionedeisogni.dedikmi.com

 

The dreams’ bed, a new advice of Target Point.

Today we take the cue from the beautiful island that named our CAPRI bed, with its classic design, but innovative in capitonné, processing with elongated button. The Island of Capri is one of the most picturesque and visited locations in Campania. Its unique beauties were celebrated in ancient times for its mythical charm, as well as its natural treasures, through the writings and legends of Ancient Greece.

Visitors arriving in Capri, generally take the Funicular (a cableway) from the port to the terrace near the “Piazzetta“. Furnished with fashionable bars, set amidst staggering views, surrounded with elements of historic, classic and modern architecture, it is not surprising it has become known as “The World’s Living Room”. Alongside stands the Clock Tower, originally the Bell Tower of Saint Stephen’s Cathedral.

Dreaming about a bell tower has different special meaning, have you ever dream one?

To dream about bell tower presages ailments and problems in the family; if you dreamt about a ruined bell tower, it means that somebody of your near relations may fall seriously ill; if you dream that you have to climb the bell tower, it is a sign that on your way to the goal you will encounter serious barriers, but you will be able to overcome them with time.

Target Point, Italian Ideas

Source: www.moontimes.net

 

Target Point loves ITALY

canederli

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi diamo la ricetta di un tipico piatto del TRENTINO ALTO ADIGE: i canederli, in tedesco chiamati knödel, grandi gnocchi tradizionalmente a base di pane raffermo con l’aggiunta di una grande varietà di ingredienti. La ricetta tipica è quella con lo speck. Ecco come preparali.

INGREDIENTI (per 4 persone – 8 canederli):

250 g di pane raffermo. Si usa pane bianco (panini, rosette con la crosta) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.
150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel
2 uova
1/4 di latte
1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi
sale e pepe

PREPARAZIONE

Rosolare la cipolla nel burro ed aggiungere lo Speck. Mescolare cipolla e Speck in un recipiente con il pane. Sbattere le uova, aggiungere il latte, il prezzemolo e l’erba cipollina. Pepare e salare con moderazione stante la presenza dello Speck. Mescolare con cautela l’impasto e lasciare riposare per 15 minuti o poco più. Aggiungere un po’ di farina; la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l’esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti. La farina può essere ulteriormente diminuita e persino eliminata, specialmente se si usa latte caldo.
Formare con le mani i Knödel nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Il Knödel non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato.
Il Knödel (anche quello da servire poi in brodo) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.

Questa ricetta è stata depositata dall’Accademia Italiana della Cucina con atto Notaio Finelli di Bolzano di data 8 agosto 2003, quale ricetta ufficiale.
Stesura della ricetta: Edoardo Mori

Target Point, Italian Ideas

Fonte: www.altoadige-suedtirol.it

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we talk about TRENTINO ALDO ADIGE, a north Italy area and we give you the recipe of CANEDERLI, called Knodel”. They are one of the typical bread “gnocchi”, a typical first course which can be eaten in soup or dry. It is considered a dish typical of peasant cooking because it made use of stale bread.

INGREDIENTS (4 servings)

7 oz rustic bread

7 oz milk

3 ½ oz speck (smoked raw ham)

3 oz Italian “00” flour or all-purpose flour

 2 eggs

¾ oz parsley

 ⅛ oz chives

 2 lb broth

 nutmeg to taste

 salt to taste

 PREPARATION

 Trim any dry brown crust from the bread. Cut the soft inner part into regular-sized cubes. Put the cubes in a bowl, add the speck, chives, parsley, nutmeg and beaten eggs. Add the milk and allow to soften. Gently mix to make the whole thing more compact. Add some flour to the mixture, to dry up any superfluous moisture. Season with salt and pepper. Work the dough and, using two spoons, make some “quenelle”, small balls the size of a walnut. Bring a good meat stock to the boil, toss in the “canederli” and let them cook for 15 minutes, making sure that the boiling is not too vigorous.

Target Point, Italian Ideas

 Source: www.academiabarilla.com