Tutti a tavola… con Target Point

centauro

La vostra famiglia si siede a tavola insieme almeno una volta al giorno? Purtroppo, nel mondo frenetico di oggi, spesso mangiare è una cosa che ognuno fa per conto suo, soprattutto se in casa ci sono figli adolescenti. Eppure, oltre a soddisfare una necessità fisica, mangiare insieme come famiglia può soddisfare bisogni ancora più importanti, come il bisogno di un dialogo aperto e di un legame familiare solido.

Molto importante è l’atmosfera che si crea durante il momento del pasto consumato tutti insieme intorno ad un tavolo.

Per oltre il 90% dei genitori italiani, infatti,  la tavola rappresenta il vero momento d’incontro della famiglia. E se per il 53% delle mamme italiane il piacere del pasto è legato strettamente allo stare insieme a figli e mariti, per il 49% dei papà, invece, è legato alla socialità allargata e al menu. *

Intorno ad un tavolo, a cena o a pranzo, ci si confronta e vengono prese le decisioni familiari più importanti.

Ecco perché mettiamo tutto in nostro impegno perché questi momenti siano perfetti, fornendovi modelli ispirati alla tradizione o dal design contemporaneo ma sempre versatili e adatti alle esigenze di mamme, papà e figli.

Target Point, Italian Ideas

*Fonte: ‘La famiglia a tavola – Il ruolo dei pasti nella famiglia italiana” condotta dall’Istituto di ricerca Ispo (Istituto per gli studi sulla pubblica opinione)

 

Y’all down at the table … with Target Point

The dining room table is the heart of the house. Both government and university studies show that families who eat regular meals together benefit, not just nutritionally, but emotionally.

“Come and get it!” It may be dinnertime, but when was the last time your family sat down and enjoyed a meal together? With music lessons, ball practice, play rehearsal, and work schedules, it can be tough. Rounding up the troops for an evening meal can be almost impossible! However, research is beginning to show that eating as a family has great benefits.

When we sit down together all around a table, we match each other as a family and we take the most important decision.

That’s way we give our total commitment to make perfect table… for mother, father and children.

Target Point, Italian Ideas

Target Point Loves Italy

frico

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

il piatto di oggi appartiene alla regione FRIULI VENEZIA GIULIA, la cui cucina rispecchia compiutamente le tre culture che sono alla base della civiltà regionale: latina, germanica, slava. I suoi piatti sono semplici, ma molto gustosi.

Il Frico è uno dei sette piatti più esclusivi della regione Friuli e una rarità mondiale. Semplice, robusto, pronto in pochi minuti di cottura, è saporitissimo.

INGREDIENTI

  • Pepe macinato q.b.
  • Montasio stagionato o semistagionato 500 gr
  • Patate 500 gr pulite
  • Cipolle 200 gr mondate
  • Sale fino q.b
  • Olio di oliva extravergine 50 gr

PREPARAZIONE

Per preparare il frico con patate e cipolle, sbucciate le cipolle e affettatele finemente a rondelle; poi sbucciate anche le patate con un pelaverdure o un coltello e grattugiatele con una grattugia a fori grossi. Eliminate la scorza del formaggio Montasio e grattugiatelo sempre con la grattugia a fori grossi.

Ora che gli ingredienti sono pronti, in un tegame capiente versate 40 gr di olio, e la cipolla. Fate soffriggere qualche minuto a fuoco dolce mescolando spesso con un cucchiaio di legno per evitare che la cipolla si attacchi al fondo della padella o si bruci. Dopodiché unite anche le patate grattugiate e fate cuocere per circa 10 minuti.

A questo punto unite anche il formaggio Montasio grattugiato, salate e pepate a piacere e fate cuocere il frico per circa 20 minuti a fuoco medio, mescolando per far sciogliere il formaggio completamente.

Quando avrete terminato la cottura e avrete ottenuto un impasto omogeneo, spegnete il fuoco. In una padella antiaderente a bordo basso versate un filo d’olio, fatelo scaldare leggermente e versate l’amalgama di patate, cipolle e Montasio nella padella, cercando di eliminare il grasso superfluo.

Distribuite e compattate il frico nella padella e cuocetelo a fiamma alta senza mescolare, a mo’ di frittata. Appena si sarà formata la crosticina, giratelo dall’altro lato. Se ancora presente, eliminate il grasso in eccesso prima di trasferire il frico con patate e cipolle su un piatto da portata. Poi tagliatelo in porzioni e accompagnatelo con la polenta!

Target Point, Italian Ideas

Fonte: friulitipico.org

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world. Today’s course come from FRIULI VENEZIA GIULIA, an italian potatoes and cheeses recipe. it is called Frico and originally when Italy wasn’t a rich country,  it was used to recycle the crust cheeses. Today the crust cheeses aren’t used anymore but now we use cheeses which make the recipe a real delicay.

INGREDIENTS

  • 16-18 oz of grated potatoes ( 400-500 grams )
  • 16-18 oz of grated fat seasoned cheeses, like seasoned Asiago cheese or Montasio cheese( 400-

PREPARATION

  1. Grate 16-18 oz of potatoes but not too thin (see the photo)
  2. Grate the same ammount of cheese and as I said for potatoes, don’t grate it too much thin (see the photo)
  3. Mix the potatoes with the cheeses and put all in a non-stick pan.
  4. Cook Frico until it forms a crost and then turn it and do the same thing with the other side.

Target Point, Italian Ideas

Source: smartitalianreciepes.com

 

Target Point LOVES Italy

cacciucco

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi parliamo della TOSCANA e di una delle sue ricette tradizionali più famose: il CACCIUCCO,  un tipico piatto della cucina livornese, è una delle più celebri varianti delle zuppe di pesce regionali … chi l’assaggia ne rimane rapito.

INGREDIENTI

  • Aglio 3 spicchi
  • Cipolla 1/2
  • Salvia (qualche fogliolina)
  • Sedano 1 gambo (piccolo)
  • Prezzemolo (1 ciuffo)
  • Olio extravergine d’oliva
  • Peperoncino (a piacere)
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • Vino bianco (1 bicchiere)
  • Sale (a piacere)
  • Seppie,totani,polpi,( 2,5Kg)
  • Palombo (Mustelus mustelus)
  • Grongo (Congerconger)
  • Cappone (Chelidonichthys)
  • Scorfano (Scorpaena)
  • Cicale (Scyllarus arctus) (2,5Kg)
  • Cozze 250 gr.
  • Gamberoni (Caridea)8
  • Pane casalingo (possibilmente cotto a legna) 16 fette

 

PREPARAZIONE

Mettere in un tegame l’olio d’oliva,l’aglio in spicchi, le foglie di salvia il  peperoncino e far bene rosolare. Aggiungere i polpi, le seppie, i totani tagliati a pezzi e portare a cottura per 15 min.

Bagnate con un bicchiere di vino bianco e fate evaporare.

Togliete l’aglio e unite il concentrato di pomodoro (se volete anche 2-3 pomodori pelati).

In una pentola a parte lessate in circa 1 litro d’acqua i pesci spinosi (scorfano e gallinella) con 1\2 cipolla ,il prezzemolo e aggiustate di sale.

Una volta lessati i pesci , vanno passati con il mulinetto (per agevolarvi nell’operazione , versare via via  anche il brodo di cottura).

Unite il passato di pesce al tegame con i molluschi, aggiungendo il pesce che non ha lische tagliato a grossi pezzi. Cuocere ancora per 15 minuti aggiungendo anche le cicale (se vogliamo rendere più ricco il nostro cacciucco a questo punto potremmo aggiungere cozze e gamberoni).

Ricordarsi che il cacciucco deve risultare piuttosto brodoso.

Arrostire le fette di pane (2 a testa) agliatele , versateci sopra il cacciucco e servire ben caldo.

 

Fonte:  ricettetoscane.it

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point LOVES Italy

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we talk about TOSCANA and its traditional recipe CACCIUCCO. This Tuscan soup traditionally uses fish considered “bottom of the boat”—those left behind after more valuable fish have sold. The base is octopus, squid, tomatoes, wine, garlic, sage, and dried red chiles; other fish are added at the end of cooking, before the soup is served over garlic-rubbed bread.

INGREDIENTS

  • 14 cup extra-virgin olive oil
  • 1 tbsp. minced parsley
  • 1 tbsp. minced fresh sage leaves
  • 12 red chile flakes
  • 5 cloves garlic
  • 12 oz. calamari, cleaned and cut into 1″ pieces
  • 12 oz. baby octopus, cleaned and cut into 1″ pieces
  • 1 tbsp. tomato paste
  • 1 cup dry white wine
  • 1 (14-oz.) can chopped tomatoes with juice
  • Kosher salt and freshly ground black pepper, to taste
  • 1 cup fish stock
  • 1 (1-lb.) monkfish filet, cut into 2″ pieces
  • 1 (1-lb.) red snapper filet, cut into 2″ pieces
  • 12 oz. large shell-on shrimp
  • 12 oz. mussels, scrubbed and debearded
  • 8 slices (1″-thick) country-style white bread

 

PREPARATION

Heat oil in a 6-qt. saucepan over medium heat. Add parsley, sage, chile flakes, and 4 cloves garlic, minced, and cook until fragrant, about 1 minute. Add calamari and octopus, and cook, stirring occasionally, until opaque, about 4 minutes. Add tomato paste, stir well, and cook until paste has darkened slightly, about 1 minute. Add wine, and cook, stirring often, until the liquid has evaporated, about 20 minutes.

Add tomatoes along with their juice, season with salt and pepper, and cook, stirring occasionally, until seafood is tender, about 10 minutes. Stir in stock, cover, and simmer for 10 minutes. Add monkfish, and cook, covered, until just firm, about 5 minutes. Add snapper and shrimp to the pot and scatter mussels over top. Cook, covered, without stirring (so as not to break up the seafood), until the snapper is just cooked through and the mussels have just opened, about 10 minutes.

Toast bread, and rub liberally with remaining garlic clove. Ladle stew between bowls, over bread or with bread on the side.

Source: saveur.com

Target Point, Italian Ideas

Target Point LOVES Italy

strangozzi_nero_norcia1

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi portiamo in UMBRIA per preparare insieme gli Strangozzi al Tartufo. La tradizione è alla base della cucina umbra, con piatti non sempre poveri o popolari. Poco influenzata dalle regioni vicine, si basa essenzialmente sulla carne e sui prodotti della terra, che vengono usati sia nelle grandi occasioni sia nel pasto quotidiano. È una cucina semplice, con lavorazioni in genere non troppo elaborate, che esaltano i sapori delle materie prime.

INGREDIENTI

  • 320 gStrangozzi
  • b.Olio extravergine
  • 3 o 4Aglio a spicchi
  • b.Tartufo nero di Norcia

 

PREPARAZIONE

Spazzolate con cura il tartufo, eliminando eventuali residui terrosi. Sbucciate l’aglio e schiacciatelo leggermente.

Scaldate qualche cucchiaio d’olio d’oliva in una padella e fatevi soffriggere gli spicchi d’aglio per alcuni minuti, fino a quando saranno ben dorati. Togliete quindi il tegame dal fuoco e aggiungete all’olio il tartufo ridotto a lamelle.

Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e fatevi cuocere gli strangozzi; scolateli al dente, trasferiteli su un piatto da portata, conditeli con l’olio aromatizzato e servite subito.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: buonissimo.org

 

Target Point loves ITALY

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we bring you in UMBRIA to prepare Strangozzi with black truffle sauce. Strangozzi is a typical pasta of the area and black truffle is delicious, really. A simple dish but expensive, to consider it for your special occasions.

INGREDIENTS / Serves 2

  • 180g (6 1/3 ounces) strangozzi or long pasta
  • 25g (1 ounce) black truffle, frsh or in brine
  • 2 tablespoons plus 1 teaspoon extra virgin olive oil
  • Salt

 

PREPARATION

Prepare black truffle sauce.
Read the recipe carefully on the specific page. So you know how to clean black truffle and how to prepare this sauce with fresh or canned truffles. You’ll find the link to the sauce below.

Cook strangozzi in boiling salted water following the instructions on the package. Cooking times can be highly variable depending on the product.

Drain pasta and transfer it into the pan again.

Season pasta with black truffle sauce.
Sesoan to taste if necessary and stir.

Target Point, Italian Ideas

Source: theitaliantaste.com

Target Point loves ITALY

bagna cauda

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi parliamo del PIEMONTE e di una delle sue ricette tradizionali più famose: la BAGNA CÀUDA (letteralmente salsa calda). Più che un piatto, è un rito conviviale che prevede la condivisione del cibo in forma collettiva da parte dei commensali, che lo attingono tutti insieme da un unico recipiente.

Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, quindi da consumare prevalentemente in autunno ed in inverno: una delle leggende sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per ricompensare i vendemmiatori del lavoro prestato.

INGREDIENTI

  • 12 acciughe sotto sale
  • 3 spicchi d’aglio a persona
  • 300 g ca. di olio extravergine d’oliva
  • 40 g ca di burro

PREPARAZIONE

Liberate le acciughe del sale strofinandole con un panno o se volete mettetele a bagno in acqua fredda per 5 minuti e asciugatele. Poi apritele, diliscatele, e tenetele pronte in un contenitore.

Mettete un recipiente in terracotta con manico su fuoco bassissimo. Versate nel contenitore mezzo bicchiere d’olio e il burro, unite gli spicchi d’aglio pelati, privati del germoglio e affettati sottili. Portate avanti la cottura, a fuoco molto moderato, badando di non far mai friggere l’olio e rimescolando con il cucchiaio di legno, finchè l’aglio non sia disfatto completamente, senza però aver assunto il colore brunito.

Aggiungete l’olio rimasto e le acciughe a pezzetti, facendole sciogliere dolcemente e proseguite la cottura a fuoco baso fino a quando il composto non abbia raggiunto la consistenza di una salsa di colore lievemente marrone.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: www.mepiemont.net

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we talk about PIEMONTE and its traditional recipe BAGNA CÀUDA. Literally translated as “hot bath,” this dipping sauce for vegetables often appears in many Italian homes as part of the Christmas Eve buffet. Although cardoons (an edible thistle related to the artichoke but resembling celery) are traditional, celery makes a fine substitute and any combination of vegetables will do. In Italy, the routine goes like this: Vegetable pieces are dipped into the sauce (a fondue-style fork will help) and then eaten, with a slice of bread held underneath to catch the drippings. Once the bread is soaked with sauce, it’s eaten, too. Then everyone starts over. It’s fun for a party appetizer no matter where you live.

INGREDIENTS

  • 3/4 cup olive oil
  • 6 tablespoons (3/4 stick) unsalted butter, room temperature
  • 12 anchovy filet
  • 6 large garlic cloves, chopped
  • Assorted fresh vegetables, cut into bite-size pieces
  • 1 1-pound loaf crusty Italian or French bread, cutinto 2-inch sections

PREPARATION

Blend oil, butter, anchovies and garlic in processor until smooth. Transfer oil mixture to heavy medium saucepan. Cook over low heat 15 minutes, stirring, occasionally. (Sauce will separate.) Season with salt and pepper.

Pour sauce into fondue pot or other flameproof casserole. Set pot over alcohol burner or gas table burner to keep warm. Serve with vegetables and bread.

Target Point, Italian Ideas

Source: www.epicurious.com

Target Point loves ITALY

olive-ascolane

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi proponiamo un piatto tipico delle MARCHE, le olive ascolane. Riconosciute come DOP nel 2005, queste tipiche olive ripiene con una farcia a base di carne e fritte sono ottime come antipasto,  servite  sia calde che fredde. La ricetta attuale  ha origine nel XIX secolo con farcitura a prevalente base di carne, quale specialità  in uso nelle famiglie agiate.

INGEDIENTI:  manzo, maiale, pollo, misto per soffritto, olio, vino bianco, sale, olive verdi grandi, scorza di limone, parmigiano, uova, olio per friggere.

Per la panatura: farina, uova, latte, pangrattato

PREPARAZIONE

Rosolare il soffritto in un tegamino con l’olio. Tagliare a pezzi la carne e unirla al soffritto a rosolare. Salare la carne e sfumarla con il vino bianco, poi portare a cottura in circa un’ ora. Praticare un taglio elicoidale per rimuovere il nocciolo in ogni oliva. Passare la carne al tritacarne, poi unire la scorza di limone ed il  formaggio grattugiato e ripassarla nuovamente al tritacarne. Mescolare questo trito con le uova, poi formare delle palline con questo impasto ed avvolgerle con le olive farcendole e premendo leggermente per ricomporre la forma dell’oliva stessa. Infarinare le olive ripiene riponendole in una teglia con la farina. In un piatto fondo sbattere due uova con un goccio di latte, poi passare le olive prima in queste uova, poi nel pangrattato. Friggere ad immersione in olio bollente.

Fonte: turismo.marche.it

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

As one might guess from the name, Olive all’Ascolana are from Ascoli, in the Marches. They are among the best-known Italian stuffed olives, and booths selling them at fairs are invariably mobbed.

If at all possible you should use olives of the Ascolana strain, which are large, green and mild, and were already renowned in Roman times, though the recipe for transforming them into stuffed olives is more recent, dating to the 17th century.

INGREDIENTS

  • A pound (400 g) of very large mild olives, packed in brine (Greek will work, and if you buy them pitted you won’t have to do it yourself)
  • 4 ounces (100 g) fresh mild pork sausage
  • 4 ounces (100 g) ground veal
  • 1/2 cup meat broth (bouillon is fine)
  • 2 ounces (50 g) diced cured lard (buy this from a delicatessen, or use pancetta or prosciutto fat)
  • 10 ounces (250 g) fine bread crumbs (this will be about 2 1/2 cups)
  • 1/2 cup dry white wine
  • 1 cup (50 g) freshly grated Parmigiano (see note)
  • 2 eggs
  • 2 tablespoons flour
  • 2 tablespoons unsalted butter
  • 1 tablespoon minced parsley
  • A pinch of freshly ground nutmeg
  • Oil for frying

 

PREPARATION
Don’t overstuff the olives lest the stuffing expand as it cooks and split the olives, and keep in mind that the oil should be hot but not smoking, lest the outsides of the olives burn before the stuffing is done. If you do decide to taste one to test for doneness have a glass of water handy because the inside could still be quite hot even if you have blown on it. The above ingredients will serve 4, or make a pleasant bowlful for a party.

Finely dice the veal, crumble the sausage, and sauté them in the butter. When they have browned, sprinkle the wine over them, let it evaporate, stir in the diced lard, and continue sautéing gently for 5-10 minutes (you want the meat to brown but not burn). Stir in the broth and simmer for five minutes, then remove the meats to a bowl with a slotted spoon, leaving the drippings in the pot.

Stir two heaping tablespoons of the bread crumbs into the drippings. Grind the meat mixture and combine it with the breadcrumbs you stirred into the drippings, then lightly beat one of the eggs and work it into the filling too, with the parsley, grated cheese, and nutmeg. Check seasoning and let the filling rest for a half hour.

Pit the olives if they weren’t already pitted, and fill them. The easiest way to do this is to put the filling in a pastry bag or syringe of the kind used for frosting, with a fairly fine nozzle, and squirt the filling into the holes.

Lightly beat the remaining egg. Roll the filled olives in flour, then in the egg, and then in the bread crumbs.

Fry them in abundant oil for 15-20 minutes, drain them well, and serve them.

Source: italianfood.about.com

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY

canederli

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi diamo la ricetta di un tipico piatto del TRENTINO ALTO ADIGE: i canederli, in tedesco chiamati knödel, grandi gnocchi tradizionalmente a base di pane raffermo con l’aggiunta di una grande varietà di ingredienti. La ricetta tipica è quella con lo speck. Ecco come preparali.

INGREDIENTI (per 4 persone – 8 canederli):

250 g di pane raffermo. Si usa pane bianco (panini, rosette con la crosta) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.
150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel
2 uova
1/4 di latte
1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi
sale e pepe

PREPARAZIONE

Rosolare la cipolla nel burro ed aggiungere lo Speck. Mescolare cipolla e Speck in un recipiente con il pane. Sbattere le uova, aggiungere il latte, il prezzemolo e l’erba cipollina. Pepare e salare con moderazione stante la presenza dello Speck. Mescolare con cautela l’impasto e lasciare riposare per 15 minuti o poco più. Aggiungere un po’ di farina; la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l’esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti. La farina può essere ulteriormente diminuita e persino eliminata, specialmente se si usa latte caldo.
Formare con le mani i Knödel nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Il Knödel non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato.
Il Knödel (anche quello da servire poi in brodo) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.

Questa ricetta è stata depositata dall’Accademia Italiana della Cucina con atto Notaio Finelli di Bolzano di data 8 agosto 2003, quale ricetta ufficiale.
Stesura della ricetta: Edoardo Mori

Target Point, Italian Ideas

Fonte: www.altoadige-suedtirol.it

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we talk about TRENTINO ALDO ADIGE, a north Italy area and we give you the recipe of CANEDERLI, called Knodel”. They are one of the typical bread “gnocchi”, a typical first course which can be eaten in soup or dry. It is considered a dish typical of peasant cooking because it made use of stale bread.

INGREDIENTS (4 servings)

7 oz rustic bread

7 oz milk

3 ½ oz speck (smoked raw ham)

3 oz Italian “00” flour or all-purpose flour

 2 eggs

¾ oz parsley

 ⅛ oz chives

 2 lb broth

 nutmeg to taste

 salt to taste

 PREPARATION

 Trim any dry brown crust from the bread. Cut the soft inner part into regular-sized cubes. Put the cubes in a bowl, add the speck, chives, parsley, nutmeg and beaten eggs. Add the milk and allow to soften. Gently mix to make the whole thing more compact. Add some flour to the mixture, to dry up any superfluous moisture. Season with salt and pepper. Work the dough and, using two spoons, make some “quenelle”, small balls the size of a walnut. Bring a good meat stock to the boil, toss in the “canederli” and let them cook for 15 minutes, making sure that the boiling is not too vigorous.

Target Point, Italian Ideas

 Source: www.academiabarilla.com

 

Target Point loves Italy

 

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi diamo la ricetta di un piatto tradizionale sardo, originaria della regione del Campidano, ma ormai diffusa in tutta l’isola: i malloreddus, gli gnocchetti sardi, fatti con semola di grano duro e acqua.

INGREDIENTI PER L’IMPASTO

Per 4 persone

400 grammi di farina di semola di grano duro

zafferano, 2 bustine

sale

circa 200 ml acqua

INGREDIENTI PER IL RAGU’ ALLA CAMPIDANESE

300 gr di salsiccia grana fine

1 cipolla dorata

300 gr di salsa di pomodoro

Sale

Pecorino

Olio

PREPARAZIONE

Sciogliete lo zafferano  in 100 ml di acqua e versatelo nella ciotola che contiene la farina. Iniziate a mischiare il tutto ed aggiungete il resto dell’acqua ed 1 pizzico di sale. Mischiate fino ad ottenere un impasto compatto e sodo  . Formate dei cordoncini fini.
Tagliate i cordoncini a pezzetti lunghi circa 2 cm.. Dategli la forma tipica  rotolandoli sullo strumento per fare gli gnocchi o sui rebbi di una forchetta. Poneteli su un piano infarinato per farli asciugare.

Sbucciate e tritate finemente la cipolla e fatela appassire lentamente in una padella con olio. Spellate la salsiccia, sgranatela con le mani e unitela al soffritto di cipolla Fate rosolare molto lentamente 15 minuti a fuoco vivace, rimestando spesso e poi unite la passata di pomodoro Mescolate e coprite con un coperchio , lasciando cuocere per circa un’ora e infine, se necessario, regolate di sale.

Condite con  il ragù  i malloreddus , aggiungete del pecorino  e servite, su un tavolo Target Point ovviamente!

Fonte: cuocaatempoperso.com

 Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we will make Malloreddus alla Campidanese (Sausage, tomato and saffron), a first course from Sardinia.

The diminutive of malloru (‘bull’ in Sardinian dialect), malloreddus means ‘fat little calves’. Made from a semolina dough normally coloured with a little saffron, these tiny dumplings have an elongated, elegant conch shape that is ridged on the outside to catch sauce.

INGREDIENTS

Serves 4 as a starter or 2 as a main

200g malloreddus

1 medium onion (120g), finely chopped

3 tbsp extra-virgin olive oil

200g Italian sausage, skin removed

1 small pinch of saffron strands

200ml tomato passata

5 basil leaves, torn

plenty of grated pecorino (a good, hard one), to serve

PREPARATION

This sauce can be made in advance, and even frozen if you make a large batch. Fry the onion gently in the oil with a pinch of salt until translucent. Add the sausage meat and continue to fry over a medium-low heat, breaking up with a spoon until the mixture sizzles and starts to colour, about 15 minutes. Add the saffron and tomato and cook at a gentle simmer until thick, the oil having risen to the surface (about 30 minutes more). Boil the malloreddus until al dente. Heat the sauce with a splash of pasta water, then add the drained pasta. Cook together for perhaps 30 seconds, stir in the basil leaves and serve with grated pecorino on top. Also good with this sauce Fusilli fatti a mano, gramigne, spaccatelle

Source: telegraph.co.uk

Target Point, Italian Ideas

Target Point loves Italy

ZUPPA

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

Oggi prendiamo spunto dalla tradizione culinaria della VALLE D’AOSTA che vanta una varietà e una ricchezza di prodotti che spaziano dai formaggi ai salumi, resi particolarmente saporiti da una stagionatura ad alta quota e particolarmente ventilata. Una minestra tipica della Valle d’Aosta è la Zuppa alla Valpellinenze.

Ingredienti

  • 12 fette di Pane raffermo
  • 30 g di Burro
  • 250 g di Fontina
  • 100 g di Lardo salato affettato
  • 1 l di Brodo di carne
  • 1Verza
  • b.Cannella in polvere
  • b.Pepe

Preparazione

Lessate la verza. Tostate il pane in forno e fate soffriggere il lardo.

In un tegame di terracotta da forno fate uno strato di pane, coprite con foglie di verza, unite un poco di lardo e alcune fette di fontina, fate un altro strato di pane, ancora di verza, lardo e fontina fino a terminare con il pane.

Sciogliete nel brodo la cannella, pepatelo e versatelo sulla zuppa. Passate in forno a 180° per almeno 1 ora e, a metà cottura, distribuite sulla superficie il burro a fiocchetti.

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today’s course comes from VALLE D’AOSTA and it’s a soup call Valpellinentze Soup

INGREDIENTS

  • 1 Savoy cabbage
  • 3 oz. pancetta
  • 2 tbs. olive oil
  • 12 slices country bread
  • 1 cup cooking sauce roast meet
  • 1/4 lb. prosciutto, sliced
  • 1 pinch cinnamon
  • 1 pinch nutmeg
  • 1/2 lb. Fontina
  • 2 tbs. butter
  • 1 qt. broth
  • pepper

PREPARATION

Clean the Savoy cabbage, removing the outer leaves and the stem. Sauté the cabbage in a saucepan with oil and chopped pancetta, making sure not to break the leaves. Toast the bread and place in a large, flat baking pan. Drizzle with the cooking sauce of meat or with strong beef broth. Place a layer of cabbage leaves over the bread, topped with slices of prosciutto. Add a pinch of pepper, cinnamon and nutmeg. Next, add thin slices of Fontina. Continue with layers until all ingredients are used up. Make sure the top layer is Fontina. Dot with butter and generously cover with broth.

Bake for 30 mins. There are a number of variations to this soup depending on the Valle D’Aosta village from which the recipe originates.

Target Point, Italian Ideas

Target Point loves Italy

solochoke1200

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

il piatto di oggi appartiene al LAZIO. I carciofi alla romana sono uno dei modi migliori per cucinare i carciofi, riempiendoli di un saporito trito aromatico che ne esalterà il dolce gusto e l’invitante profumo e sistemandoli poi in una teglia rivolti verso l’alto e coprendoli completamente di acqua, e facendoli poi cuocere fino a completa evaporazione dell’acqua.

INGREDIENTI

  • 8Carciofi
  • 50 gPrezzemolo
  • 4 foglieMenta fresca
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 1Aglio, spicchio

PREPARAZIONE

Tritate finemente con la mezzaluna 50 g di prezzemolo, quattro foglie di menta e uno spicchio d’aglio. Mettete il trito ottenuto in un piccolo piatto, unite una presa di sale, una macinata di pepe e due cucchiai d’olio d’oliva e mescolate con cura per amalgamare tutti gli ingredienti.

Scegliete otto carciofi piuttosto grossi, tagliatene il gambo a un centimetro dalla base ed eliminate le foglie esterne più dure. Tornite i carciofi alla base, servendovi di un coltellino ben affilato, troncatene la parte superiore, quindi allargate leggermente le foglie e, con l’aiuto di un cucchiaino, togliete il fieno presente all’interno. Man mano che pulite i carciofi immergeteli in acqua e limone per evitare che anneriscano.

Lavate gli ortaggi sotto l’acqua corrente, sgocciolateli con molta cura, asciugateli tamponandoli con un canovaccio e riempiteli col trito aromatico preparato in precedenza. Sistemate i carciofi, col gambo rivolto verso l’alto, in una pentola, e copriteli quasi completamente con una miscela composta da una parte d’acqua e due parti d’olio.

Chiudete la pentola e mettetela su fiamma moderata, dopo circa 20 minuti togliete la pentola dal fuoco, girate i carciofi e versate su ciascuno di essi un cucchiaio del loro liquido di cottura.

Rimettete la pirofila sul fuoco e proseguite la cottura per altri 20 minuti, quindi servite ben caldo.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: buonissimo.org

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today’s course comes from LAZIO: Roman Artichokes. The flavor of the artichokes is exalted by this simple, traditional recipe from the Jewish quarter of Rome.

INGREDIENTS

  • 4 artichokes
  • 3 ½ cups extra virgin olive oil
  • salt and pepper
  • 1 lemon

PREPARATION

Remove the hard leaves from the artichokes, cut stalk leaving about 1,2 inches of it.

With a very sharp small knife, shape the artichoke from top to bottom turning it, so as to remove only the hard part of the leaves. Soak the artichoke in water with the juice of one lemon and repeat the operation for each single artichoke. Meanwhile, in a pan heat up plenty of oil.

Drain the artichokes, dry them and press them lengthwise on the table to open the leaves. Each operation must be repeated for each single artichoke.

Season the inside of the artichokes with salt and pepper. Then dip the artichokes into the boiling oil with the stalk up, cook per about 10 minutes, then turn them upside down and cook on the other side, for the same time.

Drain them on straw or absorbent paper and serve hot.

Target Point, Italian Ideas

Source: academiabarila.com