Target Point loves ITALY

canederli

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale ….

Oggi vi diamo la ricetta di un tipico piatto del TRENTINO ALTO ADIGE: i canederli, in tedesco chiamati knödel, grandi gnocchi tradizionalmente a base di pane raffermo con l’aggiunta di una grande varietà di ingredienti. La ricetta tipica è quella con lo speck. Ecco come preparali.

INGREDIENTI (per 4 persone – 8 canederli):

250 g di pane raffermo. Si usa pane bianco (panini, rosette con la crosta) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.
150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel
2 uova
1/4 di latte
1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi
sale e pepe

PREPARAZIONE

Rosolare la cipolla nel burro ed aggiungere lo Speck. Mescolare cipolla e Speck in un recipiente con il pane. Sbattere le uova, aggiungere il latte, il prezzemolo e l’erba cipollina. Pepare e salare con moderazione stante la presenza dello Speck. Mescolare con cautela l’impasto e lasciare riposare per 15 minuti o poco più. Aggiungere un po’ di farina; la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l’esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti. La farina può essere ulteriormente diminuita e persino eliminata, specialmente se si usa latte caldo.
Formare con le mani i Knödel nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Il Knödel non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato.
Il Knödel (anche quello da servire poi in brodo) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.

Questa ricetta è stata depositata dall’Accademia Italiana della Cucina con atto Notaio Finelli di Bolzano di data 8 agosto 2003, quale ricetta ufficiale.
Stesura della ricetta: Edoardo Mori

Target Point, Italian Ideas

Fonte: www.altoadige-suedtirol.it

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today we talk about TRENTINO ALDO ADIGE, a north Italy area and we give you the recipe of CANEDERLI, called Knodel”. They are one of the typical bread “gnocchi”, a typical first course which can be eaten in soup or dry. It is considered a dish typical of peasant cooking because it made use of stale bread.

INGREDIENTS (4 servings)

7 oz rustic bread

7 oz milk

3 ½ oz speck (smoked raw ham)

3 oz Italian “00” flour or all-purpose flour

 2 eggs

¾ oz parsley

 ⅛ oz chives

 2 lb broth

 nutmeg to taste

 salt to taste

 PREPARATION

 Trim any dry brown crust from the bread. Cut the soft inner part into regular-sized cubes. Put the cubes in a bowl, add the speck, chives, parsley, nutmeg and beaten eggs. Add the milk and allow to soften. Gently mix to make the whole thing more compact. Add some flour to the mixture, to dry up any superfluous moisture. Season with salt and pepper. Work the dough and, using two spoons, make some “quenelle”, small balls the size of a walnut. Bring a good meat stock to the boil, toss in the “canederli” and let them cook for 15 minutes, making sure that the boiling is not too vigorous.

Target Point, Italian Ideas

 Source: www.academiabarilla.com

 

Target Point loves Italy

ZUPPA

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

Oggi prendiamo spunto dalla tradizione culinaria della VALLE D’AOSTA che vanta una varietà e una ricchezza di prodotti che spaziano dai formaggi ai salumi, resi particolarmente saporiti da una stagionatura ad alta quota e particolarmente ventilata. Una minestra tipica della Valle d’Aosta è la Zuppa alla Valpellinenze.

Ingredienti

  • 12 fette di Pane raffermo
  • 30 g di Burro
  • 250 g di Fontina
  • 100 g di Lardo salato affettato
  • 1 l di Brodo di carne
  • 1Verza
  • b.Cannella in polvere
  • b.Pepe

Preparazione

Lessate la verza. Tostate il pane in forno e fate soffriggere il lardo.

In un tegame di terracotta da forno fate uno strato di pane, coprite con foglie di verza, unite un poco di lardo e alcune fette di fontina, fate un altro strato di pane, ancora di verza, lardo e fontina fino a terminare con il pane.

Sciogliete nel brodo la cannella, pepatelo e versatelo sulla zuppa. Passate in forno a 180° per almeno 1 ora e, a metà cottura, distribuite sulla superficie il burro a fiocchetti.

Target Point, Italian Ideas

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today’s course comes from VALLE D’AOSTA and it’s a soup call Valpellinentze Soup

INGREDIENTS

  • 1 Savoy cabbage
  • 3 oz. pancetta
  • 2 tbs. olive oil
  • 12 slices country bread
  • 1 cup cooking sauce roast meet
  • 1/4 lb. prosciutto, sliced
  • 1 pinch cinnamon
  • 1 pinch nutmeg
  • 1/2 lb. Fontina
  • 2 tbs. butter
  • 1 qt. broth
  • pepper

PREPARATION

Clean the Savoy cabbage, removing the outer leaves and the stem. Sauté the cabbage in a saucepan with oil and chopped pancetta, making sure not to break the leaves. Toast the bread and place in a large, flat baking pan. Drizzle with the cooking sauce of meat or with strong beef broth. Place a layer of cabbage leaves over the bread, topped with slices of prosciutto. Add a pinch of pepper, cinnamon and nutmeg. Next, add thin slices of Fontina. Continue with layers until all ingredients are used up. Make sure the top layer is Fontina. Dot with butter and generously cover with broth.

Bake for 30 mins. There are a number of variations to this soup depending on the Valle D’Aosta village from which the recipe originates.

Target Point, Italian Ideas

Target Point loves Italy

solochoke1200

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

il piatto di oggi appartiene al LAZIO. I carciofi alla romana sono uno dei modi migliori per cucinare i carciofi, riempiendoli di un saporito trito aromatico che ne esalterà il dolce gusto e l’invitante profumo e sistemandoli poi in una teglia rivolti verso l’alto e coprendoli completamente di acqua, e facendoli poi cuocere fino a completa evaporazione dell’acqua.

INGREDIENTI

  • 8Carciofi
  • 50 gPrezzemolo
  • 4 foglieMenta fresca
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 1Aglio, spicchio

PREPARAZIONE

Tritate finemente con la mezzaluna 50 g di prezzemolo, quattro foglie di menta e uno spicchio d’aglio. Mettete il trito ottenuto in un piccolo piatto, unite una presa di sale, una macinata di pepe e due cucchiai d’olio d’oliva e mescolate con cura per amalgamare tutti gli ingredienti.

Scegliete otto carciofi piuttosto grossi, tagliatene il gambo a un centimetro dalla base ed eliminate le foglie esterne più dure. Tornite i carciofi alla base, servendovi di un coltellino ben affilato, troncatene la parte superiore, quindi allargate leggermente le foglie e, con l’aiuto di un cucchiaino, togliete il fieno presente all’interno. Man mano che pulite i carciofi immergeteli in acqua e limone per evitare che anneriscano.

Lavate gli ortaggi sotto l’acqua corrente, sgocciolateli con molta cura, asciugateli tamponandoli con un canovaccio e riempiteli col trito aromatico preparato in precedenza. Sistemate i carciofi, col gambo rivolto verso l’alto, in una pentola, e copriteli quasi completamente con una miscela composta da una parte d’acqua e due parti d’olio.

Chiudete la pentola e mettetela su fiamma moderata, dopo circa 20 minuti togliete la pentola dal fuoco, girate i carciofi e versate su ciascuno di essi un cucchiaio del loro liquido di cottura.

Rimettete la pirofila sul fuoco e proseguite la cottura per altri 20 minuti, quindi servite ben caldo.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: buonissimo.org

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today’s course comes from LAZIO: Roman Artichokes. The flavor of the artichokes is exalted by this simple, traditional recipe from the Jewish quarter of Rome.

INGREDIENTS

  • 4 artichokes
  • 3 ½ cups extra virgin olive oil
  • salt and pepper
  • 1 lemon

PREPARATION

Remove the hard leaves from the artichokes, cut stalk leaving about 1,2 inches of it.

With a very sharp small knife, shape the artichoke from top to bottom turning it, so as to remove only the hard part of the leaves. Soak the artichoke in water with the juice of one lemon and repeat the operation for each single artichoke. Meanwhile, in a pan heat up plenty of oil.

Drain the artichokes, dry them and press them lengthwise on the table to open the leaves. Each operation must be repeated for each single artichoke.

Season the inside of the artichokes with salt and pepper. Then dip the artichokes into the boiling oil with the stalk up, cook per about 10 minutes, then turn them upside down and cook on the other side, for the same time.

Drain them on straw or absorbent paper and serve hot.

Target Point, Italian Ideas

Source: academiabarila.com

Target Point loves Italy

focaccia-recco

Target Point loves ITALY e sui tavoli che crea per le famiglie di tutto il mondo mette i piatti della tradizione regionale….

il piatto di oggi appartiene alla LIGURIA, ed è un piatto ha permesso alla città da cui prende il nome di diventare famosa varcando anche i confini nazionali: la FOCACCIA DI RECCO.

INGREDIENTI

(per una teglia di “Focaccia di Recco” diametro cm 60 da 10 porzioni circa)
500 gr. di Farina di grano tenero tipo “00” di forza o in alternativa farina tipo “Manitoba”.
50 gr. di olio extra vergine d’oliva italiano
Acqua naturale
Sale fino
1 kg. di Formaggio fresco

PREPARAZIONE

Si lavorano assieme farina di grano tenero tipo “00” (o farina tipo “Manitoba”), acqua, olio extravergine di oliva italiano e sale sino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Terminata l’operazione, si lascia riposare l’impasto per almeno 30 minuti a temperatura ambiente, coperto da un telo di tessuto naturale.

Una volta suddiviso l’impasto, si preleva una porzione di impasto e la si tira. Quindi si procede manualmente allargando la pasta con un movimento rotatorio, posizionando le mani sotto alla sfoglia, fino a renderne lo spessore inferiore al millimetro, e avendo cura di non provocare perforazioni della superficie. Si adagia la sfoglia ottenuta nella teglia di cottura, precedentemente unta con olio extravergine di oliva italiano.

Si adagia sulla sfoglia il Formaggio fresco distribuendolo in piccoli pezzi della grandezza pari a quella di una noce così da coprire in maniera omogenea tutta la superficie. Si procede alla lavorazione dell’impasto rimanente, per ottenere un secondo strato di sfoglia delle dimensioni pari al precedente, che sarà ulteriormente lavorato fino a renderlo sottile, quasi trasparente, e sarà successivamente adagiato sulla base già coperta dal Formaggio.

Si cosparge la “Focaccia di Recco” con un filo di olio extravergine di oliva italiano ed, eventualmente, con una spolverizzata di sale. La cottura deve avvenire in forni alla temperatura compresa tra 270° e 320°C per 4-8 minuti, fino a quando la superficie del prodotto non avrà assunto un colore dorato, con bolle o striature marroni nella parte superiore. Il forno deve essere regolato in modo che la parte inferiore sia più calda della superiore.

Target Point, Italian Ideas

Fonte: Consorzio Focaccia di Recco col Formaggio

 

Target Point loves ITALY and it puts on its tables recipes of Italian tradition, for all the family of the world.

Today’s course comes from LIGURIA, it’s a delicious and super fun-to-make flatbread: FOCACCIA DI RECCO.

INGREDIENTS

(For 6 servings)
250 g (8.8 oz) plain flour
500 g (17.6 oz) of Italian soft cheese crescenza or stracchino (but you can double this amount, if you want more cheese inside the focaccia)
extra virgin olive oil
freshly ground sea salt
flour for dusting
water

PREPARATION

On a work surface or a table, place the flour, then add the salt, 2 tablespoons of extra virgin olive oil and enough water to make a soft and smooth dough. Knead well.

Dust the work surface with some flour and roll out the pastry using a rolling pin. Stretch the pastry further with your hands, until you get two almost see-through sheets (careful not to break them).

Place a sheet of pastry on a large baking tray, greased with extra virgin olive oil.  Arrange the cheese (cut into pieces) on top of the pastry, then cover everything with the other sheet of pastry.

Seal the edges of the pastry together, so that the cheese will stay inside when it melts.

Slightly pierce the pastry (only pierce the top layer, not the base). Bake at 200 ° C (392° F) until the pastry is golden and crispy. Salt and serve straight away.

Target Point, Italian Ideas

Source: http://foodfulife.com

Tavolo Asterion, novità firmata Target Point

Novità dal nuovo catalogo Target Point: il ‪‎tavolo‬ ASTERION diponibile in 4 finiture di laminato è pronto per diventare il protagonista della vostra sala da pranzo.
Resistente, igienico e impermeabile questo materiale permette una facile pulizia, unendo praticità ed estetica.

Target Point, Italian Ideas

Asterion Table

News from Target Point catalogue: ASTERION table, in five finishing of laminate is ready to become the star of your kitchen room. The extendible table with laminate frame, top and side extensions is easy to clean and combines convenience and beauty.

Target Point, Italian Ideas

La Perfezione del tavolo tondo

flute

Secondo la storia dell’arte le figura geometrica del cerchio simboleggia perfezione, omogeneità, assenza di divisione, assenza di distinzione.

Nulla di più bello e azzeccato se si pensa ad un tavolo da pranzo dove ogni commensale si siede uno a fianco all’altro senza gerarchia ma con la voglia di trascorrere in modo sereno e amicale il momento del pranzo e della cena.

Inoltre, i tavoli di forma tonda possono essere in un certo senso considerati salvaspazio perché  permettono di ospitare anche un paio di persone in più rispetto allo standard di posti previsto per una certa dimensione. Questo perché, privo di spigoli, permette infatti di ridurre di un poco la larghezza di ciascun posto tavola. Inoltre nella maggior parte dei modelli, non sono previste le gambe ma un sostegno centrale: col vantaggio che non vi sono elementi di ostacolo per le sedute, inseribili in qualunque punto del tavolo.
Quelli con base a terra rotonda hanno una linea moderna molto elegante e minimal.

Un fiore all’occhiello di Target Point è il TAVOLO FLUTE, con struttura in metallo verniciato e piano laccato. Su richiesta è possibile adagiare sul piano laccato bianco un secondo piano in vetro temperato in diverse tonalità:  nero, grafite, corda e melanzana.

http://www.targetpoint.it/tavolo-flute-2247.html

Target Point, Italian Ideas.

THE PERFECTION OF THE ROUND TABLE

According to the art history, the circle represents perfection, homogeneity, union. Nothing is more real if you think about a round table where every tablemate is sitting close without hierarchy.

Furthermore, round tables are space saving because they can host an extra couple of person compared with rectangular or square ones.

In most cases, they have not legs but a central prop: which means that there are not obstacles for the chairs.

Target Point has its own perfect round table: FLUTE, whit painted metal frame and lacquered top. tempered glass top upon request.

 

http://www.targetpoint.it/tavolo-flute-2147.html

Target Point, Italian Ideas.

Il tavolo. Cosa significa se lo sogniamo?

Il significato del tavolo nei sogni è legato alla vita familiare e di coppia, ed ogni situazione e cambiamento nel modo di percepirlo può fornire informazioni su quello che si sta vivendo in quest’ambito.

Il tavolo nei sogni può presentarsi in innumerevoli modi, le variabili sono quindi molteplici, ma tutte interessanti e da considerare, perchè modificano radicalmente il significato del tavolo nei sogni.

Tuttavia, sognare il tavolo, nella maggior parte dei casi, è da collegarsi alla casa, al senso di stabilità della famiglia, all’importanza attribuita al ritmi ed ai ruoli familiari, alla sicurezza e solidità che i rapporti fra congiunti garantiscono.

Così la tavola imbandita nei sogni, sopratutto se collocata in cucina, rimanda a valori sopra citati: la famiglia, il riunirsi e il condividere è un simbolo importante di unione, è l’immagine delle radici che, dal passato, influenzano il presente del sognatore, ma simboleggia anche abbondanza e successo negli affari.
Sognare un tavolo spoglio in casa, un tavolo in cui venga notata “la mancanza” di stoviglie o cibo, può indicare l’allentarsi di legami familiari, oppure il rapporto di coppia che non è più “ricco”, che non è più “nutriente” e piacevole per il sognatore.

Sognare un tavolo apparecchiato è un invito a non fare pettegolezzi.

Sognare tavolo con sedie (sognare tavolo e sedie) il sognatore si trova in un periodo della vita dove è molto pignolo, esige prudenza, chiarezza e precisione da se stesso e dagli altri.

Sognare tavolo lungo significa che il sognatore ha una visione ottimistica su un particolare argomento, può trattarsi di amore o lavoro.

Sognare tavolo quadrato è un presagio negativo, il sognatore si sente osservato e  in un certo senso discriminato, di sicuro non si ritroverà a proprio agio in un determinato contesto. 

Sognare di essere sdraiati su un tavolo significa che il sognatore ha bisogno di relax e una corretta alimentazione

Sognare tavolo rotondo (tondo) significa che il sognatore si troverà in una situazione di gruppo che lo renderà contento perchè caratterizzata da uniformità. condivisione e rispetto.

Sognare tavolo rotto, traballante significa che il sono problemi di comunicazione, il sognatore non riesce ad esprimersi correttamente con le persone che lo circondano e questo inevitabilmente gli porta dei problemi.

Sognare un tavolo in legno fa sperare sulla guarigione di una malattia.

Sognare una tavolo di ferro avverte su un periodo di ottima salute.

Target Point, italian Ideas

(fonti : guide.supereva.it &interpretaresogni.com)

The table. What does it mean if we dream it?

The meaning of the table in our dreams is relatives to the family and couple circle. The table can shows itself in multiple way. Variables could be various, but all of them are interesting, because they radically change the meaning of the table in our dream.

However, if we dream a table, in most cases, it’s linked to the home, to the cohesion of the family, to the importance of the familiar roles, to the safety of our relationships.

So, a set-up table in the kitchen sends back to the family, to the origins that, from the past, influence the present of the dreamer; but it also means profusion and success in the business.

Dream about a spare table, where there are not food or dishes, could mean reduce familial bonds or a poor couple relationship that is no more pleasant for the dreamer.

Dream about a set-up table is an invitation to don’t make gossip.

Dream about a table with its chairs means that the dreamer is a fussy person , that requires clarity and clearness from himself and from the other people.

Dream a square table is a ominous, the dreamer is sure that he is not at ease.

Dream to be lying down on the table means that the dreamer needs relax and good alimentation.

Dream a circle table means that the dreamer will be in a situation with other people and he will be happy to be in.

Dream a broken table means communication problems.

Dream a wood table is the hope be on the mend.

Dream a iron-table means that the dreamer is in good health.

 Target Point, Italian Ideas.

Tempo di Halloween anche sulla vostra tavola

centrotavola-zucca

Ormai tutti lo sanno e tutti si stanno preparando…tra pochi giorni è Halloween, la festa made in USA che ormai è diventata anche italiana.

Noi, per l’occasione, vogliamo proporvi un centrotavola che ha come protagonista la zucca ma non pensate a fantasmi o a intagli spaventosi, la vostra zucca si trasformerà in un raffinato vaso..

Non importa di che forma sia il vostro tavolo, ogni tavolo TARGET POINT sarà la base d’appoggio perfetta per il vostro vaso!

Prendete una zucca di medie dimensioni: controllate che sia leggermente più alta rispetto al bicchiere che userete per contenere l’acqua dei fiori. Appoggiate quindi il bicchiere sull’estremità della zucca in cui praticherete il buco e con una matita disegnate i contorni del bicchiere sulla zucca.

Con un coltello molto affilato ritagliate la zucca seguendo la traccia disegnata precedentemente. Fate attenzione a creare un buco che sia di qualche millimetro più grande rispetto alla traccia, in modo che il bicchiere possa entrare nella zucca senza difficoltà. Con un cucchiaio rimuovete i semi che si trovano all’interno della zucca e parte della polpa: trattate quindi la zucca in questo modo per assicurarvi che duri il più a lungo possibile.

Inserite quindi il bicchiere che avete utilizzato fino ad ora per prendere le misure e incastratelo dentro alla zucca. Versate nel bicchiere dell’acqua e posizionate al suo interno un mazzo di fiori.

Idea tratta da http://www.leitv.it/artiste-per-casa

Target Point, Italian Ideas

HALLOWEEN TIME ALSO ON YOUR TABLE

We know it all and we are getting ready … between a few days will be Halloween, the holiday made in USA that by now it has become also Italian.

We want to propose to you a centerpiece that has the pumpkin as protagonist but don’t think about ghosts or dreadful carving, your pumpkin will be transformed into a refined pot.

No matter the forms your table has, each  TARGET POINT  table  will be the perfect support for your pot!

Take a pumpkin of medium size: make sure it is slightly higher than the glass that you will use to contain the water of the flowers. Place the glass on the end of the pumpkin in which doing a hole and with a pencil draw the contours of the cup onto the pumpkin.

With a very sharp knife cut the pumpkin following the trace drawn previously. Be careful to create a hole that it is a few millimeters larger than the track, so that the cup can enter the pumpkin without difficulty. With a spoon remove the seeds that are located inside the pumpkin and part of the pulp.

Then put the cup that you have used to take measurements and put inside the pumpkin. Put water into the cup and placed inside a bouquet of flowers.

Idea from http://www.leitv.it/artiste-per-casa

Target Point, Italian ideas